Home Altre città Qualità della vita: Parma settima nella classifica di “ItaliaOggi”

Qualità della vita: Parma settima nella classifica di “ItaliaOggi”

12
CONDIVIDI

Nella classifica sulla qualità della vita per “ItaliaOggi”, curata dal dipartimento di Statistiche economiche dell’università La Sapienza di Roma e con il supporto di Cattolica Assicurazioni, Parma si è classificata alla 22esima posizione.

La città, nel complesso, ha perso una posizione rispetto al 2016, ma resta il primo capoluogo di provincia in Emilia Romagna (la seconda è Modena al 14esimo posto).

Giunto ormai alla sua 19esima edizione, lo studio si è basato su 9 parametri specifici: affari e lavoro, ambiente, criminalità, disagio sociale e personale, popolazione, servizi finanziari e scolastici, sistema salute, tempo libero e tenore di vita.

Per ciascun settore, a ogni provincia, è stato dato un voto da 1 a 4 e il risultato ha evidenziato una qualità della vita scarsa o insufficiente per il 58% degli italiani (dato in crescita rispetto allo studio del 2016 che indicava il 53,3%).  

Per quanto riguarda l’ambiente, Parma ha mantenuto la posizione dello scorso anno (14esima). Sulla qualità della vita è 64esima (per dimensione associata negativamente alla qualità della vita) e settima (per dimensione associata positivamente alla qualità della vita).

I valori legati all’inquinamento (dati del 2014), bensì, confermano lo scenario critico: 49esima (insieme ad Arezzo) per concentrazione di biossido d’azoto e 82esima (come Milano) per la presenza di Pm 10.

Per numero di vetture circolati, ogni 100 abitanti, è 48esima e 74esima per i motocicli.

Negativo, infine, anche il dato sui consumi d’acqua pro capite (81esima posizione) e quello sulla produzione di rifiuti urbani (53esimo posto, con 506 chili circa per abitante).

CONDIVIDI