Home / Viabilità / Anas mette a disposizione il proprio know how

Anas mette a disposizione il proprio know how

Il controllo di ponti e viadotti è diventato indispensabile nel nostro territorio. A causa di negligenze nell’opera di manutenzione, molte infrastrutture sul nostro territorio potrebbero essere a rischio se non vengono costantemente monitorate.

Per questo c’è stata una generale mobilizzazione, sopratutto dopo la tragedia che ha investito Genova lo scorso agosto. Per scongiurare episodi drammatici come quello del Ponte Morandi è necessario che tutti gli enti operino in sinergia.

Anas ha deciso di provvedere al monitoraggio di ponti e viadotti anche non di propria competenza. In particolare Anas si è messo a disposizione del Presidente della Regione Sicilia Musumeci per attuare un piano di collaborazione nel monitoraggio anche dei ponti e viadotti non di spettanza Anas.

Anas mette a disposizione il proprio know how

Anas ha messo a disposizione della collettività il proprio know-how per migliorare la prevenzione. Anas infatti compie ogni anno la supervisione dei suoi 1614 ponti e viadotti della rete di sua competenza attraverso sistemi di monitoraggio avanzati, ispezioni periodiche e installazione di sistemi strumentali avanzati di monitoraggio sulle opere più rilevanti.

Le ispezioni effettuate a partire dal gennaio 2018, quindi già prima del crollo del Ponte Morandi, sono state 5077. Le ispezioni sono state effettuate da personale specializzato, con tecniche di ultima generazione, su ponti e viadotti della rete Anas e su quelli delle autostrade A19 e A29.

Il sistema di monitoraggio è stato illustrato in modo completo e dettagliato al Presidente della Regione Musumeci lo scorso 24 agosto. A seguito di questa illustrazione Musumeci ha chiesto ad Anas di adottare il proprio sistema di monitoraggio anche sulle strade di competenza delle ex province regionali e del CAS. La richiesta è stata inviata in via ufficiale dalla Regione il 12 ottobre. Ora Anas si prepara per mettere a disposizione le proprie conoscenze e il proprio sistema avanzato di monitoraggio. E’ evidente l’impegno che Anas in questo modo dimostra per la tutela della collettività.

Foto DailyOnline

About Redazione

Check Also

Dal 1 gennaio 2019 incremento delle multe

Dal 1 gennaio 2019 incremento delle multe

Dal 1 gennaio 2019 le multe saranno più care. In base alla legge infatti è …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *