Home / Viabilità / Arriva SET, il nuovo Telepass europeo

Arriva SET, il nuovo Telepass europeo

La libertà di circolazione di mezzi e persone all’interno dell’Unione Europea è uno dei pilastri fondamentali del mercato unico e deve essere priorità dell’Unione garantirla. La rapidità degli spostamenti e la loro facilità risulta essere indispensabile per una corretta attuazione dei principi del Trattato.

Ad oggi un ostacolo alla piena realizzazione di questa libertà attiene alla circolazione sulle autostrade europee. Un problema fondamentale che da tempo non viene preso in considerazione o comunque non viene rivestito della giusta importanza riguarda proprio la possibilità di spostarsi lungo i sistemi autostradali europei con la possibilità di utilizzare un unico dispositivo per il pagamento dei pedaggi.

Ad oggi il sistema di Telepass è un sistema che ha una funzionalità esclusivamente nazionale, perciò qualora si debba circolare in altri stati dell’Unione Europea sarà necessario dotarsi di altri apparecchi che consentano il pagamento automatico del pedaggio anche nelle altre autostrade europee.

Arriva SET, il nuovo Telepass europeo

Dunque l’unica soluzione consiste nel dotarsi di tanti apparecchi diversi che ci permettano di evitare le lunghissime code ai caselli autostradali. Oggi le cose stanno per cambiare.

Finalmente, infatti, si è deciso di dare attuazione ad una direttiva dell’Unione Europea, la 2004\52\CE seguita dalla Decisione 2009\750\CE con cui si è deciso di fornire l’Europa di un unico sistema di pagamento dei pedaggi autostradali che consenta ai cittadini europei di circolare con più facilità sulle strade europee. Il sistema europeo di telepedaggio, detto SET nell’acronimo italiano e EETS nell’acronimo inglese (European Electronic Toll Service) potrà essere installato su qualsiasi autovettura che circoli lungo le strade a pedaggio dell’Unione Europea e consentirà il pagamento elettronico dei pedaggi.

Il dispositivo potrà essere installato sulla propria autovettura e consentirà la circolazione su tutte le strade a pedaggio europee. Il fornitore del SET infatti dovrà garantire la copertura di tutti i settori del SET entro 24 mesi dalla registrazione.

Foto Eunews

About Redazione

Check Also

I marciapiedi non convenzionali in cui ricaricare il proprio smartphone

I marciapiedi non convenzionali in cui ricaricare il proprio smartphone

Platio è il sito del sistema di pavimentazione modulare non convenzionale. Si tratta di un …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *