Home / Viabilità / Carburante, da oggi le nuove etichette europee

Carburante, da oggi le nuove etichette europee

Da oggi 12 ottobre l’Italia si adegua alla nuova normativa europea introdotta con la direttiva 94 del 2014 (2014\94). La normativa prevede l’introduzione di nuove etichette nelle stazioni di rifornimento sia sul distributore sia sulla pistola per l’erogazione.

Le etichette avranno nuove forme geometriche in base ai diversi tipi di carburante: un quadrato per il gasolio, un cerchio per la benzina e un rombo per i combustibili gassosi.

Inoltre, ciascuna forma geometrica ospiterà una lettera maiuscola al suo interno affiancata da alcuni numeri. Vediamo insieme come interpretarli.

Le lettere indicano il tipo di carburante utilizzato mentre i numeri stanno a significare la percentuale di combustibile ecologico utilizzato.

La lettera B individua il gasolio. Sono previsti due tipi di biodisel: B7, che contiene il 7% di biodisel, e B10, che ne contiene il 10%. La sigla XTL indica invece il gasolio sintetico non derivante dalla raffinazione del greggio.

La benzina è la più interessante. Viene indicata con la lettera E affiancata da tre possibili numeri: 5, 10, 85. Quindi la percentuale di combustibile bio può variare tra il 5, 10 e 85%.

Carburante, da oggi le nuove etichette europee

L’Unione petrolifera (up) ci spiega che in Italia ormai da 20 anni non viene venduta la benzina addizionata con etanolo, di conseguenza l’unica sigla che troveremo nei nostri distributori di benzina sarà la lettera E.

Infine, per quanto riguarda i carburanti gassosi, l’etichetta a forma di rombo potrà contenere le sigle H2 se si tratta di idrogeno, CNG nel caso di gas naturale compresso, LPG per il Gpl e LNG per il gas naturale liquefatto.

Non preoccupatevi, non dovrete imparare tutte queste sigle a memoria. Infatti, le nuove etichette saranno affiancate a quelle già esistenti. Inoltre, sui nuovi veicoli la sigla verrà anche riportata sul tappo del carburante.

L’etichetta è stata introdotta al fine di aiutare il consumatore nella scelta del carburante giusto. In questo modo adottiamo anche noi i parametri europei per avvicinarci sempre di più agli standard dell’Unione.

Foto TGCom24 – Mediaset

About Redazione

Check Also

I marciapiedi non convenzionali in cui ricaricare il proprio smartphone

I marciapiedi non convenzionali in cui ricaricare il proprio smartphone

Platio è il sito del sistema di pavimentazione modulare non convenzionale. Si tratta di un …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *