Home / Viabilità / Guida autonoma, la nuova concezione dell’automobile

Guida autonoma, la nuova concezione dell’automobile

L’automobile è considerata da sempre il simbolo di uno status. Sin da quando le automobili sono comparse sul mercato sono state di più di un semplice mezzo di trasporto. L’auto infatti può essere di vari modelli, con varie funzioni, comfort e accessori. Comprarne una piuttosto che un’altra fa la differenza. E non soltanto economica. E’ quello che gli altri percepiscono di noi, della nostra vita, del nostro benessere.

Insomma, l’automobile fino ad oggi è stata considerata uno status symbol più che un mezzo di trasporto. Ma per quanto ancora accadrà questo? Per quanto tempo ancora acquisteremo un’auto sulla base dell’impatto che avrà su chi ci vede? O addirittura, semplicemente, per quanto ancora acquisteremo un’auto?

La novità è alle porte. Le automobili a guida autonoma rivoluzioneranno il nostro modo di concepire l’auto. Non solo c’è la grande novità della guida senza conducente, che è sicuramente sconvolgente. Ma c’è di più. C’è tutta una serie di conseguenze che discendono dalla guida autonoma.

Guida autonoma, la nuova concezione dell'automobile

Il progetto è quello di mettere a disposizione di più utenti macchine a guida autonoma. Una specie di noleggio, di car sharing, dove la particolarità sta nel fatto che l’auto non sarà guidata da nessuno. Immaginiamo una rete di car sharing economica e dove invece di guidare possiamo dedicarci a le più svariate cose. Passare da un posto ad un altro senza dover perdere tempo nella guida. E’ davvero sensazionale.

In un mondo frenetico come il nostro, in cui il tempo sembra sempre essere troppo poco guadagnare non poco tempo per pensare ai nostri impegni senza doverci allarmare del traffico cittadino è sicuramente un vantaggio assoluto.

Certo, tutto questo significa affidarsi alla nuova tecnologia. E, in particolare, accettare di non avere il controllo della vettura. O meglio, accettare che nessun essere umano ce l’abbia. Non tutti ci sentiamo tranquilli all’idea, ma secondo un’indagine statistica gli italiani sarebbero tra quelli meno preoccupati per questo. E allora che dire, non ci resta che pazientare ancora un po’ nel traffico.

Foto SicurAUTO

About Redazione

Check Also

I marciapiedi non convenzionali in cui ricaricare il proprio smartphone

I marciapiedi non convenzionali in cui ricaricare il proprio smartphone

Platio è il sito del sistema di pavimentazione modulare non convenzionale. Si tratta di un …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *