Home / Viabilità / Le decisioni del governo per l’Anas post-Armani

Le decisioni del governo per l’Anas post-Armani

In questi giorni è stato dato il via alla ricerca di una soluzione interna per quanto riguarda i vertici di Anas.

Secondo le indiscrezioni che sono trapelate da diverse testate di giornale, come successore di Gianni Vittorio Armani, ex amministratore delegato dell’Anas, il governo pensa di andare a cercare all’interno dell’azienda.

Lo stesso Danilo Toninelli, ministro dei Trasporti, ha dichiarato ieri la stessa cosa.

Quello che probabilmente accadrà per Anas è già accaduto in altri ambiti.

Infatti c’è stata una promozione interna per le Ferrovie (al posto di Renato Mazzoncini è stato promosso Gianfranco Battisti), per la Cassa depositi e prestiti (dove è diventato amministratore delegato l’ex direttore finanziario Fabrizio Palermo) e per Enav (dove  è stato indicato il consigliere Nicola Maione, vicino al prof. Guido Alpa, dopo le dimissioni del presidente Roberto Scaramella).

Secondo le novità delle ultime ore inoltre, sempre Toninelli è in procinto di nominare Ugo Dibennardo alla guida dell’Anas.

I due si sono incontrati da poco, e sembra che la nomina di Dibennardo dovrebbe arrivare giovedì prossimo.

Prenderebbe il posto di Armani, silurato dal governo Lega-M5S.

Secondo il Fatto Quotidiano, è stato proprio Armani a promuovere nel 2015 Dibennardo, ponendolo al livello di Pietro Ciucci e di Maurizio Lupi, ex ministro berlusconiano.

Foto it.wikipedia

About Redazione

Check Also

I marciapiedi non convenzionali in cui ricaricare il proprio smartphone

I marciapiedi non convenzionali in cui ricaricare il proprio smartphone

Platio è il sito del sistema di pavimentazione modulare non convenzionale. Si tratta di un …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *