Home / Viabilità / Le decisioni del governo per l’Anas post-Armani

Le decisioni del governo per l’Anas post-Armani

In questi giorni è stato dato il via alla ricerca di una soluzione interna per quanto riguarda i vertici di Anas.

Secondo le indiscrezioni che sono trapelate da diverse testate di giornale, come successore di Gianni Vittorio Armani, ex amministratore delegato dell’Anas, il governo pensa di andare a cercare all’interno dell’azienda.

Lo stesso Danilo Toninelli, ministro dei Trasporti, ha dichiarato ieri la stessa cosa.

Quello che probabilmente accadrà per Anas è già accaduto in altri ambiti.

Infatti c’è stata una promozione interna per le Ferrovie (al posto di Renato Mazzoncini è stato promosso Gianfranco Battisti), per la Cassa depositi e prestiti (dove è diventato amministratore delegato l’ex direttore finanziario Fabrizio Palermo) e per Enav (dove  è stato indicato il consigliere Nicola Maione, vicino al prof. Guido Alpa, dopo le dimissioni del presidente Roberto Scaramella).

Secondo le novità delle ultime ore inoltre, sempre Toninelli è in procinto di nominare Ugo Dibennardo alla guida dell’Anas.

I due si sono incontrati da poco, e sembra che la nomina di Dibennardo dovrebbe arrivare giovedì prossimo.

Prenderebbe il posto di Armani, silurato dal governo Lega-M5S.

Secondo il Fatto Quotidiano, è stato proprio Armani a promuovere nel 2015 Dibennardo, ponendolo al livello di Pietro Ciucci e di Maurizio Lupi, ex ministro berlusconiano.

Foto it.wikipedia

About Redazione

Check Also

Stop ai rincari dei pedaggi autostradali per il 2019

Stop ai rincari dei pedaggi autostradali per il 2019

Ogni anno il rincaro dei pedaggi autostradali è sempre in agguato. Una nuova preoccupazione che …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *