Home News Pedaggi autostradali, aumenti su diverse tratte

Pedaggi autostradali, aumenti su diverse tratte

2
CONDIVIDI
stop auto

Dal primo gennaio 2018, i prezzi per i pedaggi dei principali tratti autostradali italiani sono stati ritoccati.

L’aumento medio, come previsto dalla Convenzione Unica per le concessionarie autostradali, sarà del 2,74% e include il recupero del 70% dell’inflazione reale e la remunerazione dei nuovi investimenti effettuati.

 

Gli adeguamenti:

MILANO SERRAVALLE

– Tratta Casei Girola – Tortona (km 15): da euro 0,90 a euro 1,00;

– Tratta Binasco – Casei Girola (km 40): da euro 2,40 a euro 2,60;

– Tratta Tortona – Binsco (km 54): da euro 3,20 a euro 3,60.

 

SATAP A4

– Tratta Carisio – Balocco (km 7,6): da euro 0,90 a euro 1,00;

– Tratta Rondissone – Santhia (km 46): da euro 5,50 a euro 5,90;

– Tratta Novara Est – Rondissone (km 99): da euro 11,80 a euro 12,70.

 

STRADA DEI PARCHI

– Tratta Roma Est – Tagliacozzo (km 69): da euro 7,30 a euro 8,20;

– Tratta Avezzano – Roma Est (km 96): da euro 10,10 a euro 11,30;

– Tratta Roma Est – Teramo (km 167): da euro 17,50 a euro 19,60.

 

AUTOSTRADE MERIDIONALI

A eccezione dei veicoli di classe “A” dotati di telepass, per i quali vige un sistema di tariffa differenziata, è previsto un pedaggio a seconda della tipologia di veicolo utilizzato (indipendentemente dai km percorsi).

 

INTERA PERCORRENZA:

Classe A: da euro 2,00 a euro 2,10;

Classe B: da euro 2,10 a euro 2,20;

Classe 3: da euro 3,70 a euro 3,90;

Classe 4: da euro 4,70 a euro 4,90;

Classe 5: da euro 5,30 a euro 5,60.

 

AUTOCISA: i pedaggi subiranno un rincaro del +2,1% (36,12% annuo).

CONDIVIDI