Home / Viabilità / Sardegna, martedì riapre la statale 195

Sardegna, martedì riapre la statale 195

E’ stato riaperto oggi un tratto della statale 195 che collega Cagliari a Capoterra. La strada era stata chiusa in seguito ad una esondazione dovuta alle piogge torrenziali degli scorsi giorni che hanno colpito i il sud della Sardegna.

Le forti precipitazioni hanno determinato allagamenti e smottamenti. Prima si era creata una voragine nella statale che ne aveva già causato l’interruzione. Successivamente il rio Santa Lucia è esondato allagando l’intero tratto di strada.

Oggi è stato riaperto il tratto della statale “Sulcitana” tra il Ponte della Scafa (Cagliari) e la rotatoria di Macchiareddu. Tuttavia, ancora non sarà possibile il transito per i mezzi pesanti, fatti salvi quelli che si dirigono verso il porto e l’area industriale di Macchiareddu.

Il tratto successivo della statale rimane chiuso. Sono ancora in corso i lavori urgenti per il ripristino della viabilità. I lavori sono svolti da una ditta di manutenzione incaricata dall’Anas che sta provvedendo alla  esecuzione delle opere necessarie per far fronte al cedimento dei rilevati di avvicinamento a tre opere idrauliche, nel comune di Capoterra.

Gianni Vittorio Armani, amminstratore delegato di Anas, ha confermato che i lavori termineranno lunedì “e da martedì la strada statale 195 sarà riaperta al traffico”. L’amministratore delegato si è detto anche contento per l’intervento tempestivo dell’Anas, che due giorni fa ha provveduto alla chiusura definitiva della statale in vista dell’allarme rosso.

Sardegna, martedì riapre la statale 195

Le condizioni meteorologiche hanno avuto una dinamica davvero straordinaria. 40 centimetri di acqua in sole 24 ore con un innalzamento del livello del mare ed esondazioni. “L’acqua ha scavato la strada” dice Armani, e questo ha determinato il cedimento della strada.

Il ripristino consiste nell’utilizzo di massi solidi per proteggere le sponde, in modo che l’acqua non invada nuovamente la strada. Le protezioni che erano state messe in atto nel hanno resistito, questo significa che gli interventi che ora vengono messi in atto saranno fatti in modo da resistere ad eventuali nuovi eventi eccezionali. Armani ha però sottolineato che un evento di questa portata molto probabilmente avrebbe invaso ugualmente la strada.

Foto Cagliaripad

 

About Redazione

Check Also

I marciapiedi non convenzionali in cui ricaricare il proprio smartphone

I marciapiedi non convenzionali in cui ricaricare il proprio smartphone

Platio è il sito del sistema di pavimentazione modulare non convenzionale. Si tratta di un …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *