Home / Viabilità / Truffe alle assicurazioni, indagati 18 avvocati di Napoli

Truffe alle assicurazioni, indagati 18 avvocati di Napoli

Sono stati disposti gli arresti domiciliari nei confronti di ben 18 avvocati che esercitano nel Napoletano. L’accusa è di truffa assicurativa, realizzata attraverso la simulazione di falsi incidenti. Alcuni avvocati napoletani, infatti, si sono organizzati in un circuito truffaldino creando un’associazione finalizzata a simulare falsi incidenti e mettere a disposizione dei processi falsi testimoni.

La truffa veniva architettata all’interno degli studi legali, con il reperimento dei falsi testimoni principalmente nella zona di Fuorigrotta. La procedura veniva portata avanti nelle aule di giustizia. I falsi testimoni erano pagati 100 euro per ogni falsa testimonianza. Si ritiene che non vi sia coinvolgimento dei giudici di pace. Ancora, infatti, non è emerso alcun elemento indiziante in tal senso.

Truffe alle assicurazioni, indagati 18 avvocati di Napoli

L’indagine è stata condotta dalla polizia municipale e dalla guardia di finanza. Sono numerose le truffe sulle quali si è indagato e altrettanto numerose sono le perquisizioni effettuate con l’assistenza di otto consiglieri dell’ordine forense, secondo le disposizioni di legge. Secondo le indagini fin qui realizzate sarebbero addirittura 2200 le procedure già iscritte a ruolo. Questo ci fa capire l’entità del fenomeno. Una vera e propria associazione che si sarebbe anche occupata di riciclaggio e autoriciclaggio attraverso società aventi sede a Malta.

Ma come è stata scoperta questa attività truffaldina? Le denunce sono partite proprio da altri avvocati del Napoletano, che erano venuti a conoscenza dell’associazione. Le indagini sono partite proprio grazie all’input di altri avvocati che avevano sospetti sulla presenza di una vera e propria struttura organizzata in cui studi legali si servivano di veri e propri “professionisti delle truffe”.

Sulla vicenda si è pronunciato il presidente dell’Ordine degli Avvocati di Napoli, Maurizio Bianco. Bianco ha sottolineato l’importanza del ruolo dell’avvocato e della sua integrità morale. In particolare ha ricordato che l’avvocato deve sempre resistere alla tentazione di perseguire il proprio interesse personale. Ma quello che più rileva nella vicenda è che sono proprio gli avvocati a chiedere che sia fatta pulizia al proprio interno. Le denunce di oggi ne sono una chiara prova.

Foto Il Messaggero

About Redazione

Check Also

Dal 1 gennaio 2019 incremento delle multe

Dal 1 gennaio 2019 incremento delle multe

Dal 1 gennaio 2019 le multe saranno più care. In base alla legge infatti è …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *